venerdì 10 maggio 2013

come sempre.

e niente.
ci si autoprotegge per ragione,
non a caso.

Beta dimezzate.

E' già finito tutto.



Come sempre.





" Il tuo angelo è nel paradiso dei giusti... Il Signore chiama con logiche a noi umani sconosciute... Ci lascia, per noi che restiamo qua, nell'angoscia, nel buio, nella paura. Apparentemente. Voglio credere che sia nato e rinato a Vita nuova.... A una vita eterna scritta nell'infinità dell'universo. Voglio credere. Voglio credere che oggi saranno i vostri angeli a vegliarvi nel quotidiano. Voglio credere che solo loro sapranno leggere nelle ferite del vostro cuore. E lenire e colmare quel senso di vuoto che oggi proviamo tutti. Voglio credere. Voglio credere. Credo nel tuo amore, nel vostro amore. Credo nella capacità di amare che avete saputo dare ai vostri angeli. Tutto ha un inizio e una fine. Quello che non muore è l'amore. Ricordi la lettera ai corinzi?

"Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità,
sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.

Se avessi il dono della profezia
e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza
e avessi tutta la fede in modo da spostare le montagne,
ma non avessi la carità,
non sarei nulla.

Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri,
se dessi il mio corpo per essere arso,
e non avessi la carità,
non mi gioverebbe a nulla.

La carità è paziente,
è benigna la carità;

la carità non invidia, non si vanta,
non si gonfia, non manca di rispetto,
non cerca il proprio interesse, non si adira,
non tiene conto del male ricevuto,
ma si compiace della verità;

tutto tollera, tutto crede,
tutto spera, tutto sopporta.

La carità non verrà mai meno.

Le profezie scompariranno;
il dono delle lingue cesserà, la scienza svanirà;
conosciamo infatti imperfettamente,
e imperfettamente profetizziamo;
ma quando verrà la perfezione, sparirà ciò che è imperfetto.

Quando ero bambino, parlavo da bambino,
pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
Da quando sono diventato uomo,
ho smesso le cose da bambino.

Adesso vediamo come in uno specchio, in modo oscuro;
ma allora vedremo faccia a faccia.
Ora conosco in parte, ma allora conoscerò perfettamente,
come perfettamente sono conosciuto.

Ora esistono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità;
ma la più grande di esse è la carità. "

Grazie per la tua testimonianza di infinito Amore/Carità. 


( mio fratello)

72 commenti:

  1. Dio mio. Ti abbraccio Annina. Avevo scritto I have a dream ed è diventato I HAD.

    Già, come al solito.
    Ti abbraccio ancora e ancora. Pioggia e lacrime. E anche un po' vaffa vita stronza.
    sandra e emanuele la milanese

    RispondiElimina
  2. Non ci sono parole
    Ci si spezza il cuore. A tutte.
    Quanto è ingiusto tutto questo...
    ti abbraccio anch'io
    ma oggi non serve a niente

    RispondiElimina
  3. Ti sono vicina con tutto il mio cuore, non riesco a dire altro..........Nanna

    RispondiElimina
  4. vorrei, anzi, vorremmo tutte poterti allungare un raggio di sole per farti sorridere, ma oggi è il giorno del buio e del dolore e so che niente può riportarti alla luce, non oggi, non ancora per lo meno....e mi viene da dire vaffanculo, perchè tu te la meriteresti un po' di felicità dopo tanto dolore e tanta sofferenza....vaffanculo a tutto....proprio vaffanculo....un caldo abbraccio annina, se può servire a qualcosa...ma so che non servirà a nulla....nemmeno sapere che non sei sola...perchè tu oggi sei stata lasciata sola ancora una volta dal tuo nuovo piccolo angelo...

    RispondiElimina
  5. Noooooooooooooooooo, Anna, non so che dire, mi dispiace, ti abbraccio.
    Madonna com'e' ingiusta la vita...

    RispondiElimina
  6. Ti sono vicina con il pensiero e con il cuore.

    RispondiElimina
  7. Non voglio crederci! Non è giusto!

    RispondiElimina
  8. Mi dispiace... :-( Vi penso.

    RispondiElimina
  9. " Il tuo angelo è nel paradiso dei giusti... Il Signore chiama con logiche a noi umani sconosciute... Ci lascia, per noi che restiamo qua, nell'angoscia, nel buio, nella paura. Apparentemente. Voglio credere che sia nato e rinato a Vita nuova.... A una vita eterna scritta nell'infinità dell'universo. Voglio credere. Voglio credere che oggi saranno i vostri angeli a vegliarvi nel quotidiano. Voglio credere che solo loro sapranno leggere nelle ferite del vostro cuore. E lenire e colmare quel senso di vuoto che oggi proviamo tutti. Voglio credere. Voglio credere. Credo nel tuo amore, nel vostro amore. Credo nella capacità di amare che avete saputo dare ai vostri angeli. Tutto ha un inizio e una fine. Quello che non muore è l'amore. Ricordi la lettera ai corinzi?

    "Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
    ma non avessi la carità,
    sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.

    Se avessi il dono della profezia
    e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza
    e avessi tutta la fede in modo da spostare le montagne,
    ma non avessi la carità,
    non sarei nulla.

    Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri,
    se dessi il mio corpo per essere arso,
    e non avessi la carità,
    non mi gioverebbe a nulla.

    La carità è paziente,
    è benigna la carità;

    la carità non invidia, non si vanta,
    non si gonfia, non manca di rispetto,
    non cerca il proprio interesse, non si adira,
    non tiene conto del male ricevuto,
    ma si compiace della verità;

    tutto tollera, tutto crede,
    tutto spera, tutto sopporta.

    La carità non verrà mai meno.

    Le profezie scompariranno;
    il dono delle lingue cesserà, la scienza svanirà;
    conosciamo infatti imperfettamente,
    e imperfettamente profetizziamo;
    ma quando verrà la perfezione, sparirà ciò che è imperfetto.

    Quando ero bambino, parlavo da bambino,
    pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
    Da quando sono diventato uomo,
    ho smesso le cose da bambino.

    Adesso vediamo come in uno specchio, in modo oscuro;
    ma allora vedremo faccia a faccia.
    Ora conosco in parte, ma allora conoscerò perfettamente,
    come perfettamente sono conosciuto.

    Ora esistono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità;
    ma la più grande di esse è la carità. "

    Grazie per la tua testimonianza di infinito Amore/Carità.

    RispondiElimina
  10. No NO No non è possibile! Ti stringo più forte che poso, amica mia :***

    RispondiElimina
  11. Che dolore, che annichilimento. Che non è giusto, e che cazzo.
    Clara V

    RispondiElimina
  12. Ti sono vicina con tutto il cuore..Fortuna.

    RispondiElimina
  13. Vorrei poter annullare tutto questo dolore...
    Vorrei poterti tenere la mano, per davvero, anche stavolta.
    Mi dispiace tanto, Anna.

    RispondiElimina
  14. Anna, non ho parole.

    Credo nell'amore
    e nella carità
    solo sono stanca di tanto dolore.

    Un abbraccio dal profondo.

    RispondiElimina
  15. E' un dolore troppo forte, l'ho sentito mio e piango con te.
    Un abbraccio.
    Lidia

    RispondiElimina
  16. Mi dispiace tantissimo. Ti penso.
    Francesca

    RispondiElimina
  17. Mi dispiace ma qualcuno, soprattutto i medici, non dovrebbero darti false speranze.
    Ed aiutare una donna ad avere sette aborti non dovrebbe essere legale.
    Per motivi che la scienza odierna non riesce ancora a spiegare tu e tuo marito non riuscite ad avere un bambino. Rassegnatevi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caterina, non oggi.

      ed educatamente, rassegnati tu e la tua supponenza.

      fuori da qui.

      Elimina
    2. Gentile Caterina, vorrei poter scrivere quello che sto pensando delle tue parole, non ci riesco, ovvero è meglio così credimi.

      Grazie per la tua visita e ti auguro le migliori cose, ma forse hai veramente molto da imparare... e credo che da persone come noi impareresti molto ma non le false speranze o la rassegnazione che con molta superficialità credi di saper riconoscere ed indicare!
      Parola di SCIENZIATO, nonchè il marito.
      Grazie
      Fabio

      Elimina
    3. Vi stringo ancora più forte

      Elimina
    4. Piu che altro nn dovrebbe essere legale che NON LA AIUTINO A CAPIRE IL PERCHE...

      Elimina
    5. continuo a non essere daccordo con la parola LEGALE.
      mi sembra una sciocchezza.

      Elimina
    6. Caterina non dovresti nemmeno permetterti di scrivere certe frasi..sono d'accordo con te cara.. CATERINA FUORI DI QUI.

      Elimina
  18. rientro ora a casa apro il pc ... mi compare il tuo link, ero fiduciosa lo sai che ci credevo davvero tanto, ci son rimasta malissimo, Anna sei una DONNA con i controcoglioni quadri ( scusa per il francesismo) e lo so che supererai anche questa ti sono vicina per quel che serve... un abbraccio fortissimo a te e al tuo compagno ....

    RispondiElimina
  19. accettami il mio abbraccio e il silenzio delle mie parole.....sw

    RispondiElimina
  20. Anna..mi dispiace così tanto. Come vorrei poterti essere più vicina.

    RispondiElimina
  21. Ti abbraccio forte, Anna. Mi dispiace tanto. S

    RispondiElimina
  22. Anna non so cosa dire...ci credevo...
    E non è una questione di merito. Ci sono donne negate, che non vogliono figli e chissà per quale destino assurdo ne sfornano uno dietro l'altro! No, non è per quello, tutte noi sappiamo che se c'è qualcuno che si merita un figlio quella sei tu, per il tuo coraggio e la tua determinazione. Sei una gran donna, siete una gran coppia. Io vi posso solo mandare il mio abbraccio più forte...

    RispondiElimina
  23. Non ho parole di consolazione...
    <3

    RispondiElimina
  24. Anna ti leggo sempre, in silenzio, ogni tanto ti lascio qualche commento, forse saranno stati un paio, ma davvero di fronte a tanto dolore non penso ci siano parole adatte. Però vi penso Anna e siete nelle mie preghiere per quello che può contare.
    Vi abbraccio forte.
    Gi

    RispondiElimina
  25. NO
    NO
    NO
    NOOOOOOO
    Invio il mio pensiero d'amore ad entrambi.

    RispondiElimina
  26. @ Caterina, la tua cattiveria è davvero senza paragoni.
    @ Fabio, parole sante le tue, sei un grande, abbraccio anche te
    Sandra la milanese

    RispondiElimina
  27. faccio fatica a scrivere un commento importante ta i tuoi sentimenti forti ma sappi che ti seguo col cuore e ti invio un po di magia.....
    un bacio e non smettere mai di credere

    RispondiElimina
  28. no.... mi dispiace tanto...
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
  29. dentro la tasca di un qualunque mattino...
    "quello che non muore è amore". io credo nel vostro amore. continuo a crederci senza dubbi.vi pensiamo tanto. .non mollate

    RispondiElimina
  30. anna, io non ho parole :-(
    ti mando tutto il mio affetto... spero che arrivi... non so come mandartelo....
    :-((((

    RispondiElimina
  31. Un abbraccio sincero, stretto stretto.

    RispondiElimina
  32. Prego per te, per voi. Un abbraccio stretto d'amore.

    RispondiElimina
  33. Abbraccio e silenzio.
    Raffaella

    RispondiElimina
  34. Spero che la mia e la vostra tristezza si trasformi in un abbraccio che riscalda..
    con il cuore gonfio, vi penso.

    RispondiElimina
  35. Si ma....PERCHE????? tanto amore...e poi??? Grida impreca....arrabbiati....ancora credi? In chi? In cosa?? Che rabbia Dio mio...ti rispetto...molto....ma nn so come fai...hai un cuore graaaaaande cosi! Madonnina di Medjugorie ti prego dalle un angelo che la consoli...ti prego....

    RispondiElimina
  36. Ti mando un abbraccio. Stringetevi forte forte tra voi.

    RispondiElimina
  37. vi abbraccio... non trovo parole...

    RispondiElimina
  38. vi abbraccio... non trovo parole...

    RispondiElimina
  39. Piango con te.
    Mi dispiace.
    Anche per la cattiveria.

    RispondiElimina
  40. sto bene.
    non facciamo drammi.
    Ho superato di peggio.
    Continuo a non essere daccordo con l'espressione "non è legale non aiutare a capire", perchè nessuno ci ha puntato la pistola contro costringendoci a scegliere di andare avanti.
    Abbiamo scelto a gennaio di riportare alla vita i nostri congelati perchè non volevamo lasciarli lì.
    Questo rischio era evidente, lo sapevamo e ci siamo preparati per questo.
    L'embrione che è stato trasferito era di serie B, quello che non ce l'ha fatta di serie A. Questo dice già tanto. E noi lo sapevamo.
    La scienza ha fatto quello che è umanamente possibile fare.
    Ora non so davvero cosa fare.
    L'eterologa, prima che qualcuno ricominci a parlarne, non è una vera garanzia per noi.
    Non avendo cause, perchè l'eterologa dovrebbe essere una soluzione? Lo sarebbe nel caso di problematiche genetiche, ma se il problema non è questo?
    Non è una passeggiata una scelta del genere, con quali garanzie la dovremmo affrontare?
    L'adozione:
    ci pensiamo, soprattutto dopo quel colloquio introduttivo con l'assistente sociale (lo avete letto recentemente), ma noi nn abbiamo le risorse economiche per accogliere (e vabbè, quelle in qualche modo si superano), ma soprattutto per affrontare un'adozione internazionale. Vediamo.
    Ci è stata proposta la diagnosi preimpianto, ma non ce la sentiamo di essere bombardati per produrre tanti embrioni ed accumularmi per poi selezionarli. Questo ci sembra poco umano, continua a non darci garanzie e ci sottopone ad uno sforzo fisico e psicologico che, credo, sarebbe devastante.

    Ma scordatevi la parola "resa".
    Rifuggo le persone che si arrendono. Non è una parola che mi appartiene. La resa non significa nulla. Questo è solo amore. Chi usa questa espressione è fuori dalla mia vita, non ci riesco, non riesco a farla mia.
    Vengo da generazioni di donne combattenti. SCordatevi che io mi arrenda.

    Non piangete che di lacrime ne sono state versate tante e questo non è il momento.
    Ora ripeterò le beta per essere sicuri e poi interromperò la terapia. Aspetterò questo nuovo passaggio, ormai so come funziona, aspetterò che il mio piccolino si trasformi in altro. Poi chiederò un consulto con un altro dottore, già individuato da tempo. Voglio un'altra opinione, che sicuramente coinciderà con quella del mio dott, ma che mi senta doveroso ricevere.
    Poi vedremo.
    Ho tanta energia che il mio IO mi ha dato.
    Sono altro.
    Da tempo.
    E a questo è valso più di tutto, questa storia sin qua.
    Io e Fabio abbiamo l'amore e il rispetto reciproco, è molto, tantissimo, tutto. In questi anni di dolore, mi sono accorta che la maggior parte delle persone che conosco, nonostante i figli, non hanno amore e rispetto reciproco, e, nonostante io ami i miei figli, non cambierei la mia situazione con la loro. Lo dico con sincerità.

    Non so come gestirò da ora in avanti questo blog.
    Il mio profilo facebook chiude.
    Troppa pubblicità ed io non ne voglio.
    Non voglio passare per "quella degli aborti" famosa in tutto il web.
    Non voglio che non mi si annuncino le gravidanze, perchè non si sa come affrontarmi e poi mi si annuncino solo gli aborti.
    Io sono per la vita.
    Non sono per la morte.
    E non sono quella degli aborti da consolare.
    Non sono una poverina da consolare.
    Ho sempre tenuto la testa alta e lo sguardo avanti, non ho mai abbassato il capo.
    "Si vive anche senza figli", ma ognuno di loro che muore in me, fa morire un pezzo di me, questo è indubbio.
    I figli separano.
    Dividono.
    Anche se ti dicono che non è così.
    L'ultima volta che mi è stato detto che si vive senza figli, era il mio migliore amico, e il mese dopo aspettava un figlio, naturalmente inaspettatamente. E presto si alzeranno i muri. E' normale.
    E' così.
    E' naturale.
    Anche se non si vuole.
    Ci si divide tra averne o non averne.
    Anche se tu pensi che sei mamma nel cuore e in cielo.
    La differenza esiste.E' quotidiana.

    RispondiElimina
  41. o non lo so come farò ad andare avanti, con tutte queste morti che mi porto dentro, ma in qualche modo farò.
    Sono stata chiamata qui per questo, l'ho capito da tempo.
    Non sono arrabbiata, perchè dovrei gridare ed imprecare, come mi avete chiesto di fare?
    A quale scopo?
    Non funziona così.
    E i miei bambini non torneranno.
    Ci sono donne più coraggiose e molto meno plateali nei gesti, di me.
    Io non volevo pubblicità, avevo iniziato a scrivere perchè lo faccio da sempre, come forma che mi viene più facile, per comunicare, soprattutto con me stessa.
    Poi la mia storia si è complicata e molte persone, leggendomi se ne sono accorte.
    Allora ho pensato che potevo essere di aiuto ad altre nella mia stessa situazione, come molte persone lo sono state per me e continuano ad esserlo.
    Ma tutto ciò mi rende vulnerabile e facile attacco di chi pensa di avere la verità in mano.
    Qui si racconta della mia vita, non di favole infiocchettate per un editore o per un libro. Di questo, non me ne frega niente, statene certi.
    Ma non posso tollerare di essere giudicata perchè "internet è una piazza" e quindi, per questo, devo accettare che chiunque possa sparare a zero su di me e la mia vita, in nome della libertà di espressione.
    Che libertà è quella che ridimensiona la mia?
    E quindi, pur non avendo mai censurato nessuno qui, nè aver mai cancellato commenti, in qualche modo devo proteggermi.
    Vedremo, anche qui come fare.


    da amore non può che nascere amore.
    di questo ne siamo ancora convinti.

    RispondiElimina
  42. Sei una grandissima donna Anna.. sono certissima che alla fine andrà proprio come hai sempre sognato.. non dubitarne! Valentina.

    RispondiElimina
  43. Hai ragione su tutto, come sempre. Ti abbraccio cara.

    RispondiElimina
  44. Mi dispiace immensamente, amica mia
    Che sia questa la strada giusta , o un'altra ,attendo di esultare con te e tuo marito quando arriverete al traguardo. Tu sai come la penso da tempo, ma questo non mi ha impedito di continuare a starvi vicino. Ci si può confrontare con rispetto pur avendo opinioni diametralmente opposte.Chi sente di manifestarti la sua opinione non in linea con la tua con l'intenzione di aiutarti dandoti nuove idee, di risparmiarti altro dolore, troverà il modo adatto di farlo. Chi invece agisce mettendosi come minimo un paio di gradini al di sopra di te, con arroganza e supponenza, può andarsene al diavolo. Qui o altrove non ti perdo d'occhio. Fai quello che senti, sempre. Vi abbraccio

    RispondiElimina
  45. Mi sento in parte responsabile per avere condiviso, in passato, I tuoi post. Non si fa mai I conti abbastanza con l'idiozia, e percio' ti chiedo scusa. Leggo i tuoi commenti e ancora una volta riconosco la tua stoffa, e soprattutto vedo che il cammino di consapevolezza che avevi intrapreso magari si fermera' un momento, ma poi riprendera'. Ti stimo tanto Anna. Non sei Quella degli aborti. Sei una donna coraggiosa e fiera di se' che ha deciso di raccontare la sua dolorosa esperienza perche' possa essere utile a quacun'altra, al contrario di tante altre che fanno altrettanto ma in silenzio e si fanno gli affari loro.
    D'altronde, come non capirle.
    Ti voglio bene.

    RispondiElimina
  46. Anna, purtroppo di gente arrogante e insensibile se ne incontra sempre. C'è chi crede di avere la verità in tasca.. prima o poi, suo malgrado, dovrà accorgersi che non è così. Tu sei una donna molto coraggiosa e positiva. Credo che nessuno possa vederti come "quella degli aborti". Se qualcuno ti vede così significa che dentro ha qualcosa che non va e di certo ha una visione distorta della realtà. Credo che tu e tuo marito abbiate tantissimo e ti capisco appieno quando dici che non cambieresti mai la tua vita. Sono sicura che grazie alla vostra forza e all'amore che vi lega, le cose cambieranno.

    RispondiElimina
  47. Io in genere ti leggo in silenzio ma stavolta no, stavolta parlo.
    Non sei e non sarai mai quella degli aborti. Hanno ragione le altre.
    Sei una meravigliosa donna piena di coraggio e di forza. Non sai quanto io ti stimi. Non sai quanto vorrei possedere metà della tua lucidità e della tua determinazione.
    Non starle a sentire quelle voci. Fregatene. Sono soltanto bisbigli sullo sfondo. Tu sei migliore di loro. Tu sei sulla strada giusta, quella che ti condurrà - prima o poi - alla meta.
    Ti abbraccio con tanto affetto

    Dina

    RispondiElimina
  48. Arrivo tardi, qui. Parole non ne ho e nemmeno consigli. Stima si, tanta. Sei una donna in gamba.

    RispondiElimina
  49. Io ti leggo da molto e ogni tanto commento. Leggendo il tuo commento mi sono chiesta perché ti leggo. La risposta che mi do: il tuo è l'unico "blog mammesco" (come si traduce in italiano mummy blog?) che leggo con costanza. Perché? Perché mi piaci tu, mi piace molto quello che traspare di te (e di tuo marito, cioè della vostra coppia), la tua interiorità, la tua forza, la tua fede soprattutto, la simpatia. E anche la serietà, nel senso che non stai sempre a ironizzare su tutto e questo mi piace... sono anch'io così. Diciamo che mi trasmetti sempre un senso di "luce", anche nei momenti più cupi. Non ho mai pensato a te come a quella degli aborti... quello che emerge qui è una mamma, una moglie, una donna... se lo vedessi come il blog degli aborti me ne terrei alla larga. No, qui c'è vita perché c'è amore.

    RispondiElimina
  50. Tu e fabio siete due persone meravigliose: simpatici, dolci, attenti, sensibili, rispettosi, pieni di vita. Guardandovi si vede subito che siete forti di un grande amore. Tu ti racconti senza nascondere nulla, lo fai perchè fa bene a te e a chiunque possa trarne consigli o forza. Continua a farlo. Ci sarà sempre qualcuno che non capirà e sparerà a zero senza un briciolo di sensibilità, sono solo parole. Noi sappiamo chi siamo e dove vogliamo andare e ció che ci scalfisce, ma non ci spezza, è solo il dolore da affrontare durante il cammino. Sai quanto vi sono vicina.

    RispondiElimina
  51. Dimenticavo! Tuo fratello è troppo dolce!!! Quelle sì che sono parole che contano!!<3

    RispondiElimina
  52. Leggo solo ora e posso solo mandarti un abbraccio.

    RispondiElimina
  53. anna io sono una lettrice assidua, ma commento raramente. oggi però mi sono presa tempo e ho letto post e commenti. dire che sono addolorata per quel che è successo è dire poco.
    tu e tuo marito avete tutta la mia stima e per qual che vale, condivido i tuoi pensieri sulla tutela di te stessa e della tua vita. purtroppo la cattiveria di certe persone non conosce freni.
    vi abbraccio

    RispondiElimina
  54. Anna, vorrei abbracciarti forte, e anche questo forse vale poco. E' tutto un equilibrio sopra la follia, diceva qualcuno, è come pattinare sul ghiaccio, però è una danza che fate in due, sapendo che ognuno sorregge l'altro e che l'amore non spezzerà mai quel ghiaccio, anche nei punti più insidiosi. Si cade e ci si rialza, anche quando le lacrime finiscono e anche quando sono troppe, tu hai imparato a rialzarti sempre più veloce e più forte di prima, ma io non vedo l'ora di vederti piroettare felice come meriti. Ho visto un video che mi ha fatto pensare a te, alla tua forza nella tua avventura e al tuo essere donna. Ti abbraccio, Fra
    http://www.youtube.com/watch?v=2_HXUhShhmY

    RispondiElimina
  55. a te, mamma come nessun altro sa essere, quanto io non immagino nemmeno che potrei essere, un abbraccio immenso, oggi.

    RispondiElimina
  56. ognuno fa le proprie scelte in base alla propria esperienza, alla propria vita, al rapporto coniugale, al fatto che si ha già un figlio.
    Io da tempo, non chiedo più.
    A dicembre sono stata giudicata, ora non lo permetto più.
    Sono stati mesi di rinascita vera.
    In cui, io, da sola, senza l'aiuto di nessuno, se non quello di mio marito, ho coltivato il benessere del mio corpo e del mio spirito.
    Non permetto a nessuno di avvicinarsi con la scusa di volermi risparmiare dolore, perchè io non ho chiesto niente a nessuno e ho imparato a gestirlo questo dolore, non certo contando sugli altri.

    RispondiElimina
  57. ....io ti leggo....in tante lo fanno...hai mai pensato che qualcuno potrebbe mettersi nei tuoi panni leggendo del tuo dolore...e cosi come qualcuna ti lascia un abbraccio qualcun altra un sorriso forse qualcuna si e' sentita arrabbiata verso questo vostro destino che son certa vi ripaghera di tutto questo amore e ha sentito di consigliarti la rabbia..come sfogo....daltronde nn siamo tutte uguali...ma penso che questo tu l abbia messo in conto. chi parla di legale forse nn ha ben chiaro quanto amore c e in queste scelte di strade ce ne sono mille voi ne avete scelta una e la condividete...c e chi e' daccordo e chi nn lo farebbe mai...ma nn per questo devi giustificarti...la vostra scelta e' indubbiamente AMORE..il resto nn conta...o almeno nn dovrebbe

    RispondiElimina

grazie per essere qui.