sabato 14 gennaio 2012

crac.

qualcosa che si è rotto.


plof.

la caduta.





5 commenti:

  1. ti abbraccio forte anna.
    Forza.

    RispondiElimina
  2. anna..mi chiamo giada, ho 24 anni e ti leggo da tempo, anche se non ho mai commentato. non riesco a credere che nessuno possa fare qualcosa per porre fine a questa vostra (tua e di tuo marito) sofferenza. non riesco a credere che nessuno possa aiutarvi a far nascere il vostro bimbo. solo questi primi pezzi di un puzzle che poi viene distrutto.incontri che poi svaniscono. vorrei dire di più,ma l'unica cosa che provo in questo momento è una grande rabbia e l'unico pensiero fisso è "non è possibile".
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. giada, intanto grazie per aver scritto qui.
    E' tutto ok.
    Io sono già seguita da uno specialista ed ho già fatto tutti gli esami possibili immaginabili nel protocollo abortività.
    Voglio pensare che non accadrà più e che le mie sono state solo un insieme di coincidenze sfortunate.
    Non posso fare di più da un punto di vista medico e questo è importante saperlo. Il resto, per il resto non possiamo fare nulla. E bada bene, non sono una fatalista, altrimenti non sarei così controllata, e lascerei andare le cose come vengono.Invece no. Ma bisogno pur accettare la realtà laddove la mia situazione sembra essere "sine causa". L'importante è non perdere mai la speranza ed io non l'ho persa, e questo posto, dedicato al mio futuro figlio si chiama "alla fine arriva mamma" perchè io credo fermamente che alla fine ci sarà una mamma. Non è la rabbia che mi porterà mio figlio, non voglio darmi vinta su questo.
    Intanto ti ringrazio ancora per le tue parole...


    @liz, è tutto ok. Sto benissimo. :)

    RispondiElimina
  4. Letto anche il tuo commento mi vien da dire che sei veramente grande Anna.

    RispondiElimina
  5. ma no...è che ho cercato di costruirmi un'impalcatura di sostegno per non crollare tesoro...sono un architetto no?
    :)

    RispondiElimina

grazie per essere qui.