lunedì 18 marzo 2013

tra reale e virtuale

Sono mesi che penso a questo post.
Non l'ho mai scritto perchè il mio timore era quello di fare una lista di nomi e dimenticare qualcuno.
Però sabato ho incontrato qualcuno di voi che leggete, e ora non ne posso fare a meno.
Frequento il mondo di internet dal '99, nasco come forumista, il mio nome è sempre stato questo, Anna/Anais, tanto che ora li uso anche nella realtà, e mi sembra tutto normale.
Ho sempre creduto molto nella condivisione, nell'espressione della propria opinione, nel confronto.
Ci ho creduto molto.
Anche nel lavoro.
Ci ho creduto così tanto, che ho scelto un lavoro che parlava di questo, di collettività, non di individualità.
Ma ho sbagliato gli anni, sono in ritardo almeno di 40, e questo non è il tempo del confronto collettivo, è il momento dell'individualità, dello sguardo  al proprio orticello.
Ce lo impone la società, avara di tutto, anche delle cose più basilari, delle cose più semplici e chiare.
E così il mio lavoro si è chiuso dentro uno studiolo buio senza finestre, ripiegandosi su stesso, e i miei rapporti, sia virtuali che reali, si sono semplificati, rivestendosi di illusione.
Illusione che fossero normali certi comportamenti, che fosse naturale un certo stile di condotta.
Ad un confronto virtuale su una piazza, il forum, ho sostituito l'analisi, l'introspezione, il mettere a nudo una me stessa, prima nel dialogo con i miei figli, dopo, nel confronto, con chi stava vivendo la mia stessa situazione.
Ho compreso, in questi mesi, quanto la mia idea di confronto si fosse modificata negli anni, parallelamente ad un'esigenza di approfondimento: non più solo di sfogo, di racconto.

Dalla mia ultima interruzione di gravidanza sono successe molte cose.
Seppur io scriva quasi spesso di momenti di sconforto e di tristezza, io so, quanta consapevolezza e cambiamento siano avvenuti in me, e quanto diverso è ora il mio modo di rapportarmi con gli altri, e quanto importante sia questo confronto, e quanto aiuto io abbia ricevuto in cambio dell'apertura della mia anima.
Scrivere di se stessi non è facile.
Scrivere di aborti è difficilissimo.
Perchè un'interruzione di gravidanza ti lascia stordita la prima volta che avviene, come uno schiaffo in pieno viso: non l'avevi proprio contemplata, mai avresti pensato potesse accadere.
Cominci a fare i conti con un fatto che non è naturale e poi tiri le somme.
O soccombi e rinunci, o vai avanti.
E parlarne ti rende vulnerabile, attaccabile.
E non solo.
Mettere nero su bianco un dolore, non è facile.
Vederselo lì, riga su riga, sviscerato fino al midollo.
Mica ti va sempre di guardarlo in faccia.
Io l'ho fatto.
Qui.
scrivendo fino allo stremo.
E imparando da chi, passando di qui, mi ha detto "non sei sola".
Da chi oggi è attraversato da questo dolore, da chi ha avuto la forza di raccontarmi la propria esperienza, da chi si è seduto accanto a me pur non conoscendo, ma solo ascoltando o tenendomi la mano.
Si sbaglia tra persone, io ho sbagliato molte volte. Ma ho chiesto scusa. Molte volte.
Ho pregato che le mie scuse arrivassero dritte al cuore.
Ho preteso, questo sì, perchè ho dato.
Ma ho più ricevuto.

E' per questo che sabato, quando ho incontrato Clara V, MissSunshine, Sandra e Nina, ho capito quanto normale fosse diventato il mio concetto di condivisione, perchè negli anni, e grazie a questo dolore, si era trasformato.
Eravamo lì, come sorelle, a raccontarsi a voce, parole che normalmente si scrivono, con semplicità e senza filtri.
Perchè eravamo davvero noi.
Non dei nick.
Per anni ho dovuto difendere davanti agli scettici, quelli che venivano etichettati come avatars, nickname senza volto.
Come può esistere un rapporto vero, se parte dallo schermo di un pc?
Mi è stato sempre detto.
Poi mi sono ritrovata sola.
Con i miei aborti.
E le persone che non si erano mai nascoste dietro lo schermo di un pc, si sono nascoste dietro le loro vite, il loro individualismo, non disposti ad accettare, a capire.
Perchè condividere non è un concetto virtuale, è un concetto reale.
Ma non è da tutti.
E così, noi sabato, eravamo le normali, senza filtri, senza schemi, senza dover recitare ruoli di personaggi, attori messi su scene tra reale e virtuale, confusa realtà, dove i confini si toccano e non si comprendono più.
Se le mani si toccano e gli sguardi si sfiorano, senza bisogno di spiegazioni, questa non è che una conferma, che se certe anime si incontrano, si incontrano per amore, non solo per sofferenza.
E l'amore che io ho ricevuto sin qui, è stato tanto, e sabato, queste donne me l'hanno dimostrato, con i loro sguardi e le loro mani e i loro sorrisi di solidarietà, di comprensione senza spiegazioni.


Grazie Nina, Agnese, Sandra, Pasquina.


Grazie a Simona, Raffaella, Daniela, Francesca Drake, Claire, Elle, Silvia, Alessia S., Giulia S, Valentina, Annatrilli, Paola, Tania, Manu, Ele, Annalisa, Silvia duearchitetti, Violetta, MargheritaChiara, FrancescaFiorenza, Adelia, MariaGrazia, Barbara, Erika, Marisa, Deborah, Speranza, Lupyblue, Violetta, Iris, MissOtna, Tiziana, Marica, Stefania Dal R., Jenisha, Sfolli, Cinzia, AntonellaVì, mammachemozione, Sirvia, Frida, Willy, Kiara, Stimadidanno, Ilaria, Mafalda, Igra, ilfruttodellapassione, Eva, LaSimo, Monica, Laura, Alice, Pitipum, Larospainciospa e tutte le donne che sono passate di qua…..

…e la mia Clara.

grazie per la vostra condivisione e la vostra storia, e perché, voi sapete perché.


28 commenti:

  1. Tesoro, grazie a te.
    Ti voglio bene e spero di abbracciarti un giorno.
    P.S. e che belle ragazze in questa foto! :)

    RispondiElimina
  2. che belle, che belle!!!!!!
    ho letto il post di clara, ora il tuo, e ora vado da sandra....
    che bello, ho il cuore pieno!

    RispondiElimina
  3. Belle donne...finalmente vi siete incontrate! Le romane... Avevate bisogno di Sandra per trovarvi! Un abbraccio collettivo che prende l'Italia intera...

    RispondiElimina
  4. Grazie a te, a voi. Un giorno lo farò anche io, ad una ad una vi sussurrerò quanto siete importanti.
    Raffaella

    RispondiElimina
  5. Annina, tesoro, grazie a te... Grazie per quegli occhi che guardano dentro e parlano di dolore, sì, ma anche di coraggio, tenacia e profondo amore! Conta sempre su di me. Ci sono. Ora più che mai. Per te. Ti abbraccio forte <3

    RispondiElimina
  6. Ci sono ci sono ci sono felicissima adrenalina a palla, grazie a te di tutto.
    abbraccione
    la milanese Sandra

    RispondiElimina
  7. Anna mi onora che mi hai citato... grazie ma grazie a te!!!
    è col cuore che scrivi, e col cuore che leggo....
    ti avvolgo in un abbraccio ''vero'' anche se virtuale
    baci tesoro

    RispondiElimina
  8. Grazie grazie grazie Anna.
    Grazie per come sei.
    È sempre un'emozione leggerti
    e com'è vero quello che dici.
    Le anime vere si riconoscono anche nel virtuale.
    Un forte abbraccio.
    E che bella foto...

    RispondiElimina
  9. Grazie Anna, a te. Alla tua forza e alla tua debolezza, alle tue lacrime e ai tuoi sorrisi, alla tua paura e al tuo grande coraggio, alla tua voce che racconta e al tuo orecchio che ci ascolta. A te che fai essere me un pochino migliore di come mi sento in realtà. Sei tutte noi, noi siamo tutte te. Un abbraccio. Willy

    RispondiElimina
  10. Ho cominciato ad apprezzare veramente questo mondo virtuale, quando sono diventata una expat. Nel mio caso internet non è solo un piacere, ma anche una necessità.
    Decidere di aprire il mio blog è stata la decisione giusta e se avessi saputo quante donne meravigliose come te, Anna cara, avrei conosciuto, lo avrei fatto molto prima!!
    Grazie di cuore. Per tutto.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Che belle che siete, ho letto, studiato e incrociato i vostri racconti: emozionanti, veri, commoventi. Un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  13. Che bello Anna/Anais, siete bellissime tutte, e per me e' un privilegio conoscervi!

    RispondiElimina
  14. La prossima settimana mi prendo una settimana di ferie. Vorrei venire a Roma, vorrei, se fosse possibile, prendere un caffè con te. Vorrei abbracciarti oltre questo schermo. Si può fare vero? Ho più affetto dal pc che dalle persone "fisiche". E tu sei parte della mia vita, come tante altre oramai. Anche questa volta...ti capisco. Un abbraccio stretto

    RispondiElimina
  15. Grazie a te.....
    Nanna

    RispondiElimina
  16. Grazie ate dolce Anna! Conoscerti, anche se virtualmente è stata per me una ricchzza. Inspiegabilmente ti sei messa qui, nel oetto! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  17. Anna, sei speciale.Veramente.
    Ti abbraccio forte!
    S

    RispondiElimina
  18. Bella Annina. Pure il tuo e' un gran bel condominio, sai? Ti abbraccio :*

    RispondiElimina
  19. Grazie a te, Anna.
    Userò le tue parole per spiegare cosa intendo per amicizia virtuale ad un paio di amiche. La penso come te, ma fatico sempre a trovare le parole.
    E se tutte noi ci siamo incrociate, un motivo ci sarà no?
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  20. Sono commossa. Un abbraccio speciale per te dall'India. E un caro saluto a tutte le altre.

    RispondiElimina
  21. Emozionata, tanto. Ancora adesso a ricordare i nostri sguardi e le nostre mani tremo di gioia e incredulità. Grazie Anna per averlo messo in parole, grazie per come ti dai :*

    RispondiElimina
  22. Anna! Mi ricordo come se fosse ora la prima volta che ci siamo incontrate.
    ci siamo conosciute prima di "ciccia" nonostante l'incontro fosse legato ad un forum...
    Eravamo ad un ristorantino a Roma (Orange, mi sembra si chiamasse)...
    Mi fece impressione saperti così diversa da me... e vederti invece così simile...
    e da lì è sempre stato così.
    Mi sono sempre sentita legata a te a volte anche senza sapermi spiegare il perché.
    le nostre vite si sono incrociate varie volte... nomi, esperienze, che in qualche modo mi legavano a te (a volte facendomi male)
    e poi
    il matrimonio mio
    il matrimonio tuo
    e il desiderio di maternità il mio, il tuo...

    Anna... ti auguro ogni bene...
    e camminerò con te passo dopo passo...
    Annalisa (Trilli)

    ps in mente ho tante altre cose da scriverti... ma le parole mi escono troppo confuse...

    RispondiElimina
  23. questa foto sarà sempre un bel paesaggio per me. una di quelle foto che ricordi e ti torna in mente quando stai vivendo un momento importate. siete belissime.

    RispondiElimina
  24. Bellissima! Ho appena visto quella integrale di foto! Avrei davvero voluto essere lì, vi ho pensate tanto :-*

    RispondiElimina
  25. Ho conosciuto persone più vere e migliori tramite la condivisione sul web e poi di persona, che nella vita di tutti i giorni.

    È bello sapere che la tua condivisione ti abbia portato a conoscere persone così meravigliose.

    Meravigliose come lo sei tu.

    RispondiElimina
  26. D'impulso ti ho cercata su Skype, ma non eri in linea, capiterà anche a noi di togliere il filtro, centinaia di km, impegni, orari, fretta e tutto il resto. Intanto ti abbraccio forte e ti dico grazie.
    Maria Grazia.

    RispondiElimina

grazie per essere qui.