lunedì 23 maggio 2011

quando tu verrai...







... sono tornata a mezzanotte da questo battesimo/matrimonio. Sono allucinata. Semplicemente allucinata. Sono stati in grado di fare una festa come si trattasse di un matrimonio di quelli pacchianissimi in cui si deve obbligatoriamente ostentare, cosa non lo so. Oggi ho visto più parruccone rifatte con vestiti brillanti come stessero partecipando ad un saggio di balli di gruppo, uomini in camicia rosa e cravatte improbabili, con i capelli tinti e bmw tirate a lucido come appena uscite dal concessionario. Spreco di cibo che mi sono vergognata, e le persone si sono sedute a tavola alle 18.30!! alle 21.00 dopo dolci e frutta hanno fatto arrivare la pasta!!! La gente ballava l'Alligali e cantava "la società dei magnacciò"!!! non avete idea...io credo di aver chiuso la mandibola solo ora!! E la tortaaaaaa....la torta era gigante, con una foto stampata gigante della bambina battezzata, con i fuochi tipo fontanelle di capodanno ai lati! Con questa povera creatura con le scarpe di seta un cappellino assurdo in testa che passava di persona in persona, tutti che la baciavano con i loro aliti puzzolenti e l'accarezzavano con le mani sudaticcie! ....è vero, il mondo è bello perchè è vario, ma io a costo di sembrare una snob, questo tipo di cose non le capisco. Non riesco a capirle davvero. Ah....ciliegina sulla torta: la madre della battezzata, pur sapendo del mio recente aborto, mi chiede di andare a ballare con loro, ed io rispondo con un deciso e garbato "no grazie", lei insiste con un "non ti schiodi? eddddai" io replico con un "no" e lei " ma non ti schiodi per qualche motivo che non so??" alludendo ad un mio eventuale stato di gravidanza, insistendo ancor di più. Pensate che non abbia voluto mandarla a quel paese dritta dritta? Oddio, come ci siamo sentiti fuori posto io e fab. Lui in jeans e camicia, io pantalone nero con camicetta dell'ovviesse, ci siamo presentati con una cornice rosa in legno e argento, a me sembrava una cosa tanto originale e carina per la bambina...mi chiedo: ma davvero questa Italia è così in crisi? E dove li troviamo questi soldi? Mi sono sentita così bella, con tutte le mie ansie, i miei pensieri snob, le mie riflessioni esistenziali. Così bella e sola, in mezzo ad un mondo di pazzi.


Gente che ha le tette rifatte e il bmw perchè ha la pizzicheria sotto casa o affitta i camion e le ruspe, che per carità, lavori nobilissimi se fatti con l'umiltà che ogni lavoro richiede, ma  invece ritiene che la verità sia nelle loro mani, perchè tu non ti omologhi alla loro realtà. GEnte che mangia a piene mani, che si butta sui banchetti stracolmi di forme di formaggio, salmoni dall'occhio spento e aragoste annoiate. Gente del "vorrei ma non posso", che ha l'idromassaggio in bagno ma di plastica, che ritiene che il lavoro da architetto sia una scelta da poveracci, figurarsi quello da geologo la cui differenza con un astrologo e un archeologo non è cosa ancora nota. GEnte che ritiene che la bambina deve abituarsi alla confusione quando fai notare che forse un deejay che urla di cantare seguendo i testi delle canzoni su due megaschermi è un pò troppo per le orecchie appena formate di una povera creatura. Ma abituarsi a cosa? Abituarsi all'omologazione, all'appiattimento sociale, abituarsi per dire poi, obbligare sin da piccoli a crescere una bambina che tra dodici anni, se va bene, andrà in giro con tette scoperte e unghie lunghe con i brillantini. Questo è. Queste sono le donne che non capiscono perchè hai il viso smunto, gli occhi spenti, i capelli mosci, che ti dicono "nun ce penzza", quando tu, con un briciolo di forza, spieghi loro che non accetti la motivazione psicologica quando si tratta di aborti , che non è che a noi i figli non arrivano, è che non rimangono stronza.Lo capisci? Ecco, questa è la ns società e oggi, più di ieri mi sento un pesce fuor d'acqua, ma per fortuna, preferisco morire di sete e cercare acque più pulite per nuotare con orgoglio!


Figlio mio, questi sono mamma e papà, due poveracci idealisti e se sceglierai di non venire da noi per questi motivi, non condividerò ma accetterò, ma non sarà per nostra scelta. Perchè questi siamo e con la nostra semplice esistenza, cerchiamo di darti quello che sappiamo, già da ora. Siamo qui, il tuo battesimo sarà nel giardino di casa nostra, con il caldo, gli ombrelloni aperti, gli amici a piedi nudi sull'erba e i bambini che verranno a festeggiare la tua venuta al mondo, correranno felici e sudati. 


E noi rideremo.

5 commenti:

  1. le tue ultime parole mi hanno commossa!!!!!!
    che battessimo snob... per carità!!!!!!!
    io mio figlio lo battezzai in una piccola chiesa di montagna.. e poi il rinfresco?? beh in un rifugio tra le montagne.. vestiti eleganti ovvio.. ma non luccicosi.. bmw...... ehm. no grazie.. fuoristrada vecchio, pande e punto.. queste le nostre macchine!!!!!!
    e alle 23 tutti a casa!!
    torta? si con la foto del mio ometto.. ma niente fuochi.. niente musica.. è vero forse una festa smorta.. per me lo è stata. ma almeno nn è stata pacchiana!
    per il rumore.. beh mio figlio ha sempre dormito nel casino.. quando faceva ninna io passavo tranquillamente l'aspirapolvere.. siamo andati con lui al booling, nei ristoranti con tanto di musica.. e capodanno tra casino vario ha dormito!
    e voi? voi nella vostra semplicità sarete ottimi genitori

    RispondiElimina
  2. ... e per me sarà come essere lì con voi, quel giorno, con gli stessi sentimenti e la stessa voglia di ridere.

    RispondiElimina
  3. magari anche fisicamente, no?

    RispondiElimina
  4. Chissà! Mai dire mai :-)

    Però se sarò incinta magari non mi potrò muovere :-P

    RispondiElimina
  5. Anna che brutta gente che popola questo nostro piccolo mondo... basterebbe così poco per vivere tutti in armonia e serenità, senza privazioni e senza eccessi.

    Il battesimo del vostro bambino sarà semplice e bellissimo, come i vostri cuori.

    RispondiElimina

grazie per essere qui.