sabato 13 febbraio 2010

...io ci provo.

..io ci provo, per quanto abbia scritto dall'altra parte della mia stanchezza e del mio dolore per chi, come me, sta provando e non ci riesce, per chi ha avuto un aborto, per chi ha appena iniziato questo viaggio. Confrontandomi anche con le altre ragazze, abbiamo capito di aver bisogno di leggerezza nell'affrontare la ricerca. La leggerezza andrebbe adottata cmq sempre, per qualsiasi cosa noi dobbiamo fare, ma in questo caso ancor di più. Devo pensare che sto bene, sono sana, sono un pò vecchietta quello sì, ma nemmeno poi esageratamente decrepita, non ho mai avuto problemi, e voglio un bambino. Quello che è accaduto prima, quello che accadrà dopo, non ha importanza. E' importante questo momento, ma ho bisogno di tutta la positività del mondo. Sto parlando tanto con mia mamma in questi giorni, e non era mai accaduto. Con lei non ho mai parlato di ciclo, rapporti, preservativi: lei è molto riservata da questo punto di vista e io non ho mai voluto metterla in difficoltà. Eppure, è l'unica persona che segue le mie vicende circa l'acchiappo della cicogna, è l'unica che legge i miei occhi davanti ad un bambino, è l'unica che mi sta dicendo cosa devo fare.

Vi avevo detto già che sono la prima di 5 figli. Prima di avere me, passarono 2 anni da quando i miei genitori decisero di avere un bambino. Prendeva anche lei la temperatura basale, conteggiava i giorni fertili e tutto quello che voi conoscete bene, forse 36 anni fa non c'era il computerino Persona, ma insomma... Poi decise di operarsi di appendicite e di nn rimandare più per l'eventuale gravidanza. Tornata a casa ebbero un solo rapporto, anzi lei mi ha detto "sono stata una volta sola con tuo padre" , ve lo riporto per intero, per farvi capire la tenerezza e l'amore di quelle parole, e con "quella sola volta" sono nata io.

Ecco, io ci provo a stare bene. Lo devo fare per me e per mio marito. E poi lo devo fare per voi, per tutte voi donne che in questo momento sentite di non farcela e vi fate prendere dallo sconforto. Io sono ancora a metà del percorso e non so se anche questo mese andrà bene o male, ma ci sarà un altro mese e un altro ancora e un altro ancora. E' troppo presto per arrendersi. Arriverà il momento e se non sarà così avrò/avremo avuto il tempo di maturare questa consapevolezza e ci sarà il modo giusto per affrontare un'altra situazione risolutiva.

Leggerezza.

E con questo voglio aggiornarvi di nuovo sulla mia situazione. Anche questo mi aiuta a sorridere, perchè io devo esternare, non ce la faccio a tenermi tutto dentro! Allora, il calendario DR dice il 14 febbraio ovulazione, e io sono d'accordo a questo punto, regolare come un orologio, l'arrivo delle sorelle rosse è previsto per il 28. Misura della TB di questo mese: come da manuale. Liscia liscia, è diminuita di un grado al giorno dal 1° PM per poi iniziare a salire di un grado al giorno al 7° PM. Ultimi due giorni è scesa. Ieri 36.4°, mi dico che c'è tempo per farla scendere ulteriormente. Stamattina, sorpresa! 36.7° !! Che significa? L'ovuletto sta lì?E ' arrivato o devo aspettarmi ancora un altro balzo secondo voi?

Ieri sera mio marito è tornato e mi dice: "facciamo nevischietto". E chi è nevischietto? - è il nostro bambino!" Avrete saputo che a Roma nevicava ieri : a noi è sembrato un miracolo e in qualche modo ci è sembrato proprio un segnale. Stamattina gli ho sussurrato (dopo aver letto la tb) "mi sa che nevischietto è venuto a trovarci".......

1 commento:

  1. Cara amica mia... ti abbraccio forte! Tanit

    RispondiElimina

grazie per essere qui.