domenica 22 settembre 2013

#03 HAPPY PILLS




  1. 11 Claire09 settembre 2013 22:22
    Una mia amica è stata operata giovanissima, ben prima dei trent'anni per un tumore maligno. Dopo la chemioterapia le dissero che non avrebbe potuto avere figli..non doveva proprio pensarci. Quando si sposarono, lei e il marito si abituarono all'idea di restare da soli ma, nel momento in cui costruirono casa, suo padre fece di tutto affinchè nell'appartamento fosse prevista anche la camera per "il bambino". Ricordo che suo padre parlava di questo nipotino senza mai dubitare che sarebbe arrivato. E ricordo il sorriso della mia amica quando, tempo dopo, comunicò a noi, increduli, che era incinta! Sul momento ci preoccupammo per la sua salute ma tutto andò benissimo..partorì un bambino bellissimo. Non ci crederei ma poco dopo il parto restò incinta per una seconda volta.Adesso ha due tesori. Alla faccia di tutto il dolore che ha dovuto affrontare e di quello che secondo i medici non si sarebbe mai potuto avverare. La vita sa sorprenderci,non bisogna perdere la speranza.Ti abbraccio.


  2. 12 mamma, che emozione!11 settembre 2013 16:03
    Anna cara, il timore di dire qualcosa di poco delicato mi ha frenato nel risponderti sinora, che sciocca che sono, tu hai cuore e mente più che aperti...
    Ecco le mie due storie. la prima è la mia, non difficile come le storie di alcune di voi ma comunque difficile per me: resto incinta appena iniziamo a pensarci, lavoro, esco, mi diverto, tutto perfetto come una favola e poi perdo il mio bimbo a 12 settimane (io lo so che era un maschio, anche se non ne ho la certezza) e il mondo crolla, tutto crolla. Impazzisco dal dolore, poi passano i mesi e decidiamo di avere un altro bimbo, il secondo, il primo avrà sempre il suo spazio nel mio cuore. passano mesi prima che arrivi Piccolo Uomo, sembra non arrivare mai, e per lui mi tocca stare 5 mesi ferma a letto, poi nasce e tutto si colora di felicità. Poi nemmeno due anni dopo facciamo un mezzo pensiero... e arriva a sorpresa la Gattina. Quando persi il mio primo bimbo, lo giuro, mai avrei pensato la vita sarebbe stata poi tanto generosa con me.
    L'altra storia è quella del cugino di mia mamma: un tumore da giovane, chemio e altre terapie, i medici gli dicono che sta bene ma a causa delle terapie non potrà avere figli. Passano gli anni e la sua fidanzata storica, quella che gli è rimasta accanto anche durante la malattia, lo lascia: può affrontare tutto ma non rinunciare ai figli. Lui è a pezzi, poi anni dopo incontra un'altra ragazza che lo ama per come è, si sposano consapevoli di restare in due. Passano gli anni, una mattina sua madre gli dice: ho fatto un sogno assurdo, tuo padre mi diceva che presto sarei diventata nonna... Lui resta a bocca aperta perche avevano fatto il test la sera prima, positivo, incredibile eh? Ora Rebecca va al liceo ;)
    Ti abbraccio

    Storia numero 1. Stati Uniti anni 70: una giovane coppia innamorata si sposa e per 7 lunghi anni cerca un figlio che non arriva. Decidono cosi per l'adozione così a pochi giorni da Natale adottano M che ha due mesi. Esattamente 9 mesi dopo nasce S. Storia numero 2: non ho mai conosciuto la mamma del mio fidanzato, se n'e andata pochi mesi dopo che io e lui ci siamo conosciuti. Era una Pediatra e io ho preso 30 e lode all'esame di Pediatria e all'esame per entrare in scuola di specialità mi e capitato un caso pediatrico. In scuola ci sono entrata e so che i nostri bambini ce li manderà lei al momento giusto. Sono un medico ma tante cose so che vanno al di la' della ragione ed e' bellissimo così. Storia numero 3: Romina, il suo blog di chiama il codice di hodgkin. Arriverà Anna arriverà lo so. Ti abbraccio. Gi

    14 eroLucy 17 settembre 2013 03:41
    Annina, leggo solo oggi incuriosita dal tuo post piu' recente. Che bella questa tua idea. Posso dirti della mia dolce amica Daniela, non so quante fivet, mi pare tre. Resta incinta due volte ma in poche settimane perde I cucciolini. Fa domanda di adozione nazionale,lei ed il marito sono pronti ad "accettare tutto", arriva M., un meraviglioso e sanissimo bimbo non riconosciuto dalla mamma alla nascita. Un dono vero. 
    Poi resta incinta. Naturalmente, inaspettatamente, senza alcun tentativo mirato. E oggi M. ha un anno e mezzo.
    Annina, daje.
    1. eroLucy col cellulare oppositivo

    2. 15 SuPeRaNa17 settembre 2013 08:20
    3. Io hai miracoli ci credo. Credo cchele lacrime prima o poi devono scendere per la felicità. Si chiama speranza è nel nostro essere. Poi uno è libero di crederci o meno ma tutti siamo portati a sparare nel miracolo. 
    4. Il mio si chiama riccio.Arrivato dopo una bella diagnosi per me : tube chiuse (?) Antimulleriano non basso di piu...poi trovarono ovaio policistico.A tutto questo si aggiunse maritone con degli spermiogrammi in caduta libera..sempre immobili e con forme anomale. Poi le fivet fallite. E tutto intorno un fiorire di pance. L ultima icsi anzi la prima e ultima..con il moto "o la va o la spacca"- avrei mollato se fallivamo.
    5. Eccoci qui esattamente 19 mesi dopo..oggi riccio ha precisamente 10 mesi! Si abbiamo perso il gemello..ma sono certa che il mio piccolo si è sacrificato per far arrivare a noi il nostro tiranno. 
    6. Questo è il mio miracolo.
    7. 16 Anonimo18 settembre 2013 12:03
    8. Non ho mai commentato in un blog, ma ti leggo sempre e voglio lasciare la storia di speranza anche io. 4 anni fa a mio marito diagnosticano teratoastenozoospermia severa, 0% forme normali mentre io ho l'ovaio micropolicistico. In due anni di Pma colleziono iperstimolo e polipi endometriali e basta.
      Durante una pausa estiva rimango incinta naturalmente, gravidanza perfetta, ma dopo le delusioni passate ho paura. Purtroppo alla 36 settimana la mia piccola vola in cielo per colpa del cordone ed io ho avuto una forte emorragia e per miracolo non mi asportano l'utero. Tutti i dottori concordano nel dire che un altra gravidanza sarebbe difficile da ottenere e da portare avanti a causa dell'accaduto, ma nè io nè mio marito pensiamo ad un altro bimbo, siamo annientati. Eppure dopo 3 mesi e senza mai avere avuto ciclo rimango nuovamente incinta e la primavera seguente nasce il mio secondo bambino, il mio secondo miracolo.
      Contro tutti i pronostici lui è stato concepito ed è nato con cesareo a 36 settimane, dopo mesi di ricovero ospedaliero, a 11 mesi di distanza dal mio primo parto.
      Forza ragazze, vi abbraccio virtualmente tutte. E.



8 commenti:

  1. Anna, tu hai il dono di portare la luce.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Mi sono commossa leggendo di questi miracoli. E della storia di un'altra Rebecca... un nome per un dono speciale.

    Grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche la tua Rebecca infatti è un miracolo...

      Elimina
  3. Meno male che ci sei e che queste storie esistono :)

    RispondiElimina
  4. malgrado le lacrime scendano copiose...queste sono davvero pillole di felicità. Prendile tutte e davvero...i miracoli esistono e bisogna crederci assolutamente...un abbraccio a te e a queste splendide persone portatrici di gioia pura.

    RispondiElimina

grazie per essere qui.