lunedì 6 aprile 2015

Non è facile

Non è per niente facile dirsi che stavolta è diverso, che sono più forte e che non credo e non mi illudo. Non è vero niente. Mi attacco ad ogni impercettibile segnale di diversità che il mio corpo mi rimanda senza clemenza. Non si impara mai dalle esperienze precedenti, ogni volta è a sè, ogni volta ti regala sensazioni che non dimentichi. Passo il tempo a rileggermi nel passato nel tentativo di ritrovare la descrizione di sensazioni che ho già vissuto. L'ho vissuto talmente tante volte questo momento che non ho bisogno di fare ricerche delle altre nei forums specifici. Sono un archivio digitale di sensazioni e sono più attendibile.
Forse.
Sintomi che vanno e vengono, il solito  altalenare di umore che segue fili di speranza in questa attesa lacerante, nonostante la razionalità, la preghiera, il sorriso di Filippo sul comodino. Ho le riserve per superare tutto questo, questa è la differenza rispetto alle altre volte. Ma non è facile. Non lo è per niente.

13 commenti:

  1. Altroché se non è facile, posso solo immaginare quanto non lo sia. Un abbraccio lunghissimo. Sandra frollini

    RispondiElimina
  2. Non è facile, ma è possibile. Io sono sempre della mia idea...:-)

    RispondiElimina
  3. Ti penso e spero...Eleonora lettrice silenziosa...

    RispondiElimina
  4. No...non è per niente facile......ma noi siamo qui....

    RispondiElimina
  5. sono qui anche io e ti penso!

    RispondiElimina
  6. la prima ha le mani sugli occhi e non vuole vedere
    la seconda ha le mani sulle orecchie e non vuole sentire
    la terza ha le mani sulla bocca e non vuole parlare.
    Sarò la quarta scimmia, quella con le mani aperte verso l'alto
    in attesa della benevole pioggia

    RispondiElimina
  7. Ogni volta, nonostante tutto, è come se fosse la prima volta.

    RispondiElimina
  8. Ti seguo, ti leggo ma resto un po' in silenzio...tante volte ho paura di dire troppo, di aggiungere parole inutili a chi, come te, esprime già tanto bene ciò che prova e soprattutto così profondamente...questa volta voglio dirti qualcosa...non è affatto facile, è vero, io però faccio il tifo per te, spero per te e ti auguro di raggiungere i tuoi sogni, te lo meriti...in bocca al lupo, di cuore

    RispondiElimina
  9. Oh come ti immagino a leggere tutta intenta tra i tuoi archivi. Anche io con TicToc facevo così, e mi ero convinta che non fosse andata perché non avevo le stesse sensazioni che con Picca. E invece poi. ..;-*

    RispondiElimina
  10. Anna cara, arrivo solo ora, non per mancanza o distrazione, ma perché riprendo un po' d'aria dopo molti affanni (nulla di grave, per carità). La mia mano stretta alla tua c'è sempre, anche se mi faccio sentire meno, il mio cuore sospeso col tuo. È vero, è sempre la stessa attesa, vigile anche quando sembra quieta, però le tue riserve sono la tua forza, e con quella cambia tutto. Ti abbraccio, Francesca (con Bianca)

    RispondiElimina
  11. La nuova consapevolezza che ho raggiunto, la mia incredibile voglia di tuffarmi nel vuoto...ti seguono e sperano come mai pensavo di poter fare. Sono con ogni cellula connessa a quello che accade. Che sia. Per davvero. Ora. -Willy

    RispondiElimina
  12. io ti seguo, ma spesso resto in silenzio leggendo i tuoi post così profondi che non hanno bisogno di altri commenti...so che è difficile, ti dico solo, che anche io sono con te...forza!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina

grazie per essere qui.