martedì 12 giugno 2012

compleanni

Oggi Pam avrebbe compiuto 38 anni.
Sulla sua bacheca di FB scorrono cuori e auguri e qualche ex demente, di quando eravamo adolescenti, che non si preoccupa di lasciare dei TVB infantili, senza tener conto che un giorno sua figlia potrebbe voler leggere questi messaggi e porsi domande a cui nessuno potrà rispondere.
A volte l'insensibilità e l'egoismo delle persone mi fa rabbia, mi sconcerta, mi fa piangere.
Suo marito ha lasciato solo una piccola frase "ciao amore mio", ed io entro dentro il suo dolore e violente ritornano quelle giornate di lacrime di tre anni fa.
Pam non mi lascia mai.
E' con me più ora che prima, quando era su questa terra.
L'ho raccontato anche qui, la sognai un mese prima della gravidanza.
A Pam sarebbe piaciuto Hope.
Ho avuto questo pensiero all'improvviso stasera. Non lo so perchè lo sento, ma so che è così.
A Pam piaceva Ema, la mia gatta, perchè quando eravamo piccole ne aveva una uguale alla mia.
Sono serena rispetto alla sua morte.
Ho imparato a conoscere il dolore dal suo addio in poi.
L'ho fotografato e appeso al muro.
Ho imparato a crescere da quel momento in poi.
Per questo so che uscirò da questo momento di fatica fisica e psicologica.
Mi sono allenata e sono a questo punto ora.
Pam sarebbe orgogliosa di me ora.
Lei ci sarebbe stata durante questo mese di fatica. Mi avrebbe telefonato e lei sarebbe venuta a prendere il tè e a farmi compagnia, quella compagnia che nessuno mi ha dato in questi giorni.

Se devo collegare un'immagine a lei, penso ad un dondolo. Penso all'altalenare lento del dondolo.
Oggi mi ha chiamato l'altra nostra amica, noi eravamo in tre. E lei mi ha chiamato per sapere come stavo, dicendo che aveva lasciato correre tutto questo tempo perchè non voleva disturbarmi. Ma io lo so che mi ha telefonato oggi, perchè oggi è il compleanno di Pam. E sentivo che era sulla bocca di entrambi, ma non ce lo siamo detto. Non ce n'è stato bisogno.

11 commenti:

  1. Se fossi stata dall'altra parte dello specchio, Anna, o della porta, o forse della luna, ti avrei portato la mia vecchia teiera, e tutti i miei té preferiti dall'India alla Cina, raccogliendo i pensieri in due tazze di porcellana. Sarei venuta a trovarti tutti i pomeriggi, con una risata e con una collana di perle e ombre, infilate ad alternanza. Sarei passata tutti i pomeriggi, tranne oggi. Perché certi dolori, certe perdite non si possono condividere. Sono sicura che la tua amica Pam ti guarda, ti accarezza dal cielo, ed è orgogliosa della tua forza, nonostante i morsi che ti dilaniano. Nonostante questo dolore che ti cade addosso dal cielo. Tu, Anna, conosci la tua strada. Io ti abbraccio, sempre dall'altra parte di questa lunga notte. Con affetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le tue parole, sono per me come quel dondolo.
      le tue parole mi coccolano sempre ed io mi sento sempre bene quando mi sussurri all'orecchio, perchè mi sento rassicurata e fiduciosa nel futuro.

      Elimina
  2. E' vero, le parole di Clara arrivano dritte al cuore.... Non so sussurrarti parole migliori ma mi siedo li, accanto a voi e mi assaporo quei the' profumati.... Buona giornata dolce donna.

    RispondiElimina
  3. Il mio tempo e' poco , risicato ogni giorno ma potendo farlo ti avrei portato una tazza di te' anch'io , anche solo per condividere un attimo , per sollevarti per mezz'ora , mi dispiace di non averlo fatto e quello che per ora posso mandarti e' solo un abbraccio!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ecco, come scrive Clara, sarebbe bello poter venire a casa tua e prendere il tè insieme.

    Ho perduto un carissimo amico in un incidente. Era una persona solare, intelligente, attenta. Avrebbe potuto fare qualcosa di molto buono in questo mondo. Non passa giorno che non pensi a lui.
    Sento profondamente ciò che scrivi della tua amica.

    Un bacino.

    RispondiElimina
  5. Ci sono anch'io te lo scrissi in passato: io busserei alla tua porta fino a sfondarla,
    bacio a Pam che da lassù ci guarda. Ilaria frollini

    RispondiElimina
  6. Sono sicura anch'io che Pam sarebbe stata orgogliosa di te, della tua grande forza! Lei c'è, ti fa compagnia e veglia sul tuo dolore, come tutte le persone amate che purtroppo non ci sono più.
    dolce giornata mia cara amica! <3

    RispondiElimina
  7. sono stata a leggerti in silenzio fino ad ora. Durante questo mese ero molto incazzata. La tua vicenda mi ha scossa e ha risvegliato in me la rabbia che non è mai andata via. Mi ha confortato tanto la tua forza anche solo la forza che ci metti nel ricordare la tua amica che non c'è più fisicamente ma ti è vicina comunque.
    Sei forte Anna.
    Iris

    RispondiElimina
  8. Anna non sono brava a trovare le parole...allora ti lascio un pensiero e un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Anche io ho un amico che,ormai sono più di 20 anni, è morto, giovane, giovanissimo, pieno di sogni, traboccante di vita. Ormai ho passato la maggior parte della mia vita senza di lui, non ha conosciuto l'uomo che amo, non ha conosciuto i miei figli, non conosce più neanche me...Ho passato lunghi anni in cui non c'era giorno che non pensassi a lui. Da qualche tempo avevo smesso di ricordarlo perchè sto vivendo freneticamente. Grazie Anna le tue parole sono sempre dolci e forti, aprono il cuore. Il suo nome era Pierfrancesco, vorrei che lo poteste conoscere anche solo per il tempo di queste poche righe. Aveva un sorriso solare ed era pieno di gioia. L'ho condotto qui, assieme a Pam e all'amico di Nora. Un abbraccio grandissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io accolgo Pierfrancesco qui, nel cuore.
      grazie.

      Elimina

grazie per essere qui.